Chiara Rivoiro

Chiara Rivoiro

Ricercatrice

Chiara Rivoiro è ricercatrice e collabora con IRES dal 2013. Tra i suoi attuali interessi: la valutazione dell’innovazione e dell’obsolescenza delle tecnologie sanitarie e di modelli organizzativi per l’erogazione delle cure territoriali; i conflitti di interesse e la promozione della trasparenza in Sanità. Collabora con l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari (A.Ge.Na.S), con esperti e regioni italiane che svolgono attività di valutazione in ambito sanitario.

Sin dal 2008 si è occupata di Health Technology Assesment per la Regione Piemonte: dapprima presso l’Agenzia per i Servizi sanitari regionali e poi, dal 2013, presso l’IRES.

Medico neurologo, PhD in Neuroscienze cliniche, ha conseguito un Master in Economia e Politica Sanitaria presso il Coripe Piemonte nel 2010 e con il Master in Valutazione e Gestione delle tecnologie sanitarie presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma ha approfondito gli aspetti relativi all’introduzione dell’innovazione in Sanità.

Ricerche


  • Valutazione degli investimenti in tecnologie biomediche
    A fronte di una disponibilità sempre più ampia di tecnologie, il sistema sanitario deve essere in grado di scegliere quelle più appropriate, di impiegare correttamente la strumentazione acquistata, di garantire la sicurezza dei pazienti e degli operatori, nonché la qualità del servizio erogato, ottimizzando i costi di acquisto e di gestione. Il persistere della congiuntura economica sfavorevole, l’affacciarsi continuo sul mercato di tecnologie e innovazioni terapeutiche costose e il progressivo aumento della longevità della popolazione sono elementi che pongono importanti sfide al nostro sistema di welfare. Per aiutare il sistema sanitario ad affrontare tali sfide l’IRES Piemonte offre all’amministrazione regionale e alle aziende servizi di assistenza analitica e scientifica, orientati alla metodologia dell’Health Technology Assessment e utili alla programmazione degli investimenti nelle nuove tecnologie biomediche.
  • L’innovazione della rete ospedaliera mediante la costruzione di nuove infrastrutture edilizie
    La Regione Piemonte è impegnata da tempo nel riordino della rete ospedaliera e nella progettazione di nuovi ospedali. Nel 2017 dovranno essere assunte importanti decisioni a riguardo, con particolare riferimento al Parco della Salute della Città di Torino e ai nuovi ospedali del Verbano Cusio Ossola e dell’area di pertinenza dell’ASL TO5 (Chieri, Carmagnola, Moncalieri e Nichelino).
  • Le politiche per la tutela della salute mentale
    Nel settembre del 2016 la Regione Piemonte ha avviato il percorso per la costruzione del Piano di azione per la Salute Mentale in Piemonte, che ha previsto anche la costituzione dell’Osservatorio regionale sulla salute mentale. L’IRES Piemonte ha fornito un primo contributo analitico nella fase di redazione del Piano e nelle prime attività preliminari dell’Osservatorio. Il lavoro proseguirà nel 2017.   Le politiche per la tutela della salute mentale
  • Mappatura e monitoraggio delle tecnologie biomediche
    Il governo del patrimonio tecnologico delle Aziende Sanitarie Regionali (ASR) non può prescindere da una conoscenza puntuale di indicatori relativi alla rete di offerta dei servizi, all’utilizzo delle dotazioni disponibili e ai costi che ne conseguono. In Piemonte la base dati contenente parte di queste informazioni è costituita dal Flusso Informativo per le Tecnologie Biomediche (FITeB): il costante aggiornamento di questo archivio, che contiene dati sulle alte e le medie tecnologie, rappresenta un obbligo informativo regionale per tutti i soggetti erogatori di servizi sanitari.

  Catalogo delle ricerche:      
  Iscriviti alla nostra newsletter:      

siti tematici

area riservata

search

IRES Piemonte • Istituto di Ricerche Economico Sociali del Piemonte • P.Iva 04328830015
© 2017 All Rights Reserved • Website and design SHOWBYTE

Search