Gabriella Viberti

Gabriella Viberti

Ricercatrice

Gabriella Viberti è ricercatrice ed esperta di ricerca e collabora con IRES dal 1988. Attualmente si occupa di studi in vari filoni dell’economia sanitaria: organizzazione e valutazione della performance dei servizi, spesa e finanziamento, approfondendo in particolare applicazioni di innovazioni organizzative nel sistema sanitario.

Si occupa di ricerca e consulenza nel settore sanitario dal 1985. Fino al 2005 Responsabile di Ricerca al Cresa (Centro di Ricerca di Economia Sanitaria) di Torino, in seguito ha collaborato con l’Aress (Agenzia piemontese dei Servizi Sanitari), Università, Istituzioni di ricerca e sanitarie. Ha coordinato gruppi di lavoro regionali incaricati di predisporre e/o monitorare gli atti di programmazione.

Laurea in Scienze Politiche indirizzo economico, specializzata in Economia Sanitaria.

Ricerche


  • Assistenza tecnico-scientifica alla commissione salute presso la conferenza stato regioni
    La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano rappresenta la principale sede di coordinamento tra i diversi livelli di governo esistenti sul territorio nazionale. I lavori della Conferenza sono organizzati per Comitati, Commissioni e Gruppi di lavori su temi specifici. Dal 2016 l’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta, è coordinatore della Commissione Salute, che comprende la tutela della salute, l’organizzazione e l’assistenza sanitaria, il personale sanitario, la sicurezza negli ambienti di lavoro. L’IRES Piemonte possiede le competenze professionali e sviluppa attività di ricerca utili a fornire un’assistenza tecnico-scientifica puntuale ai lavori della Commissione coordinati dalla Regione Piemonte.
  • Modelli innovativi dell’assistenza socio sanitaria . La riorganizzazione delle cure primarie in Piemonte
    La progressiva crescita del numero di pazienti cronici richiede un notevole impegno di risorse al fine di assicurare continuità di assistenza e di cura per lunghi periodi. La riorganizzazione dell’assistenza primaria (medici di base e pediatri di libera scelta), secondo una logica di rete che prevede la collaborazione tra medici con diverse specializzazioni, ha lo scopo di migliorare la capacità del sistema sanitario di farsi carico anche di questo tipo di pazienti. Il lavoro affidato all’IRES Piemonte è teso a garantire un contributo analitico alle ASL piemontesi impegnate nella riorganizzazione dei servizi territoriali.
  • L’innovazione della rete ospedaliera mediante la costruzione di nuove infrastrutture edilizie
    La Regione Piemonte è impegnata da tempo nel riordino della rete ospedaliera e nella progettazione di nuovi ospedali. Nel 2017 dovranno essere assunte importanti decisioni a riguardo, con particolare riferimento al Parco della Salute della Città di Torino e ai nuovi ospedali del Verbano Cusio Ossola e dell’area di pertinenza dell’ASL TO5 (Chieri, Carmagnola, Moncalieri e Nichelino).
  • Le politiche per la tutela della salute mentale
    Nel settembre del 2016 la Regione Piemonte ha avviato il percorso per la costruzione del Piano di azione per la Salute Mentale in Piemonte, che ha previsto anche la costituzione dell’Osservatorio regionale sulla salute mentale. L’IRES Piemonte ha fornito un primo contributo analitico nella fase di redazione del Piano e nelle prime attività preliminari dell’Osservatorio. Il lavoro proseguirà nel 2017.   Le politiche per la tutela della salute mentale

  Catalogo delle ricerche:      
  Iscriviti alla nostra newsletter:      

siti tematici

area riservata

search

IRES Piemonte • Istituto di Ricerche Economico Sociali del Piemonte • P.Iva 04328830015
© 2017 All Rights Reserved • Website and design SHOWBYTE

Search