Osservatorio sugli effetti sociali della crisi

Oss.EffettiSocialiCrisiSono ormai diversi anni che la crisi economico-finanziaria esplosa alla fine del 2008 esercita i propri effetti sulla struttura sociale dei diversi territori – oltre che sulle imprese e sulle loro dinamiche economiche - con conseguenze che ricadono sulle condizioni di vita immediate, ma anche sulla percezione delle prospettive future. Società e territori, a loro volta, stanno reagendo al perdurante mutamento del contesto economico con forme di adattamento e di reazione che, forse anche per la loro forma molecolare e differenziata, fanno fatica ad essere rappresentate nelle informazioni statistiche più usuali.

Così, se i dati economici sulla crisi sono frequentemente aggiornati e considerati nelle discussioni, il campo dei mutamenti e dei comportamenti sociali resta molto più opaco all’analisi e condizionato dall’enfasi momentanea attribuita dai mezzi di comunicazione a singoli fenomeni o aspetti dei processi legati alla crisi.

Eppure, si può pensare che nei diversi territori - a partire da soggetti che vi operano - qualificate conoscenze possano essere attivate e concorrere alla composizione di un quadro meno impressionistico e frammentato, se si riesce a metterle in comunicazione e farle interagire in modo che ciascuna possa fungere da confronto e integrazione per le altre. A partire dalla inevitabile parzialità di ogni punto di osservazione su processi per loro natura poco lineari e sfuggenti, una messa in comune di conoscenze e giudizi può aiutare a delineare elementi convergenti e interrogativi condivisi, sui quali discutere ed eventualmente avviare approfondimenti mirati.

Per discutere di queste tematiche l'Ires Piemonte in collaborazione con Rapporto "Giorgio Rota" - Centro Einaudi di Torino ha promosso un’attività di “Osservazione ricorrente” dal 2011. Da allora, anno dopo anno, l’attività di monitoraggio e riflessione ha trovato espressione nello svolgimento di numerosi seminari, ampiamente partecipati da esperti, operatori, responsabili del settore pubblico, del non profit, dell’associazionismo, attivi nelle diverse province del Piemonte e in diversi ambiti organizzativi e istituzionali. Rendiamo disponibili nelle pagine seguenti i collegamenti ai principali materiali frutto di questi momenti di una riflessione che intendiamo proseguire e sviluppare ulteriormente. Anche il contenitore che li ospita – questa sezione del sito web dedicata all’”Osservatorio sugli effetti sociali della crisi” – si propone come parte dello sviluppo del progetto: in esso potranno venire via via ospitati materiali e contributi utili a documentare gli effetti sociali oggetto di osservazione e a dare conto di azioni o iniziative che si propongano di fronteggiarli. Per fare ciò è però necessario il contributo di tutti i partecipanti al network informale che si è andato consolidando con la partecipazione ai seminari svolti all’Ires e di tutti coloro che si vorranno unire al tentativo di raccogliere e rendere disponibili a tutti gli interessati elementi di documentazione e conoscenza sul decorso di una “crisi” che non sembra voler trovare un epilogo.


Risorse

Contributo di Ricerca IRES n. 257/2015 > Le province del Piemonte al vaglio della crisi. Persistenze e cambiamenti negli indicatori sociali dei territori

SISREG, sistema di indicatori sociali a scala regionale e provinciale >

 

  Iscriviti alla nostra newsletter:      

siti tematici

area riservata

search

IRES Piemonte • Istituto di Ricerche Economico Sociali del Piemonte • P.Iva 04328830015
© 2017 All Rights Reserved • Website and design SHOWBYTE

Search