L’Ires, dalla nascita ad oggi

L’attività di ricerca per la programmazione economica degli enti locali prende avvio in Piemonte ad opera della Provincia di Torino che istituisce l’IRES il 9 maggio 1958 con atto notarile.

Con legge regionale del 2 settembre 1974, poi integrata, l’IRES diventa ente regionale, dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, ente strumentale che, come “struttura primaria di ricerca della Regione Piemonte, sviluppa la propria attività in raccordo con le esigenze dell’azione programmatoria e operativa della regione stessa, degli enti locali e degli enti pubblici”.

L’assetto istituzionale dell’IRES è infine definito con la legge regionale 43/1991 che costituisce il “nuovo” Istituto di Ricerche Economico Sociali del Piemonte come ente che svolge attività di ricerca a supporto alla programmazione della Regione anche in collaborazione con gli Enti locali piemontesi.

Infine la legge regionale n. 3 dell’8 febbraio 2016 arricchisce le funzioni dell’IRES soprattutto in relazione alla valutazione delle politiche pubbliche. Inoltre incorpora ufficialmente alcune delle funzioni ex ARESS in campo sanitario e  rafforza il rapporto con il Consiglio regionale. Nella nuova legge, molte modifiche sembrano disegnare un nuovo IRES, con un ruolo maggiormente in house rispetto al passato.

I numeri dell’Ires, oggi

930 ricerche pubblicate a oggi

11 osservatori

2 Cantieri su Giovani e Green Economy

33 dipendenti

L’Ires nel sistema della conoscenza piemontese

Il mondo della ricerca sociale ed economica si è profondamente trasformato da quando l’IRES è nato: è cambiata e si è specializzata la figura del ricercatore, è cambiata, articolandosi in varie forme l’offerta ed è soprattutto cambiata la domanda di conoscenza e di analisi di una società assai più complessa e mobile e di un ceto di amministratori e politici assai più esigenti che in passato.

In questo quadro in costante trasformazione, l’Ires rappresenta una delle più, stabili, affermate e rispettate realtà in grado di coniugare ricerca di base e ricerca applicata con servizi di consulenza e di analisi spot per la Regione e gli Enti locali piemontesi. Non per nulla alcune delle sintesi interpretative che l’Ires ha recentemente coniato sono diventate altrettanti metafore del linguaggio corrente: dai “3 PIEMONTI” al “CAMBIAMENTO SENZA INNOVAZIONE” al “PIEMONTE POLICENTRICO”.

In questo quadro in costante trasformazione, l’IRES rappresenta una delle più, stabili, affermate e rispettate realtà in grado di coniugare ricerca di base e ricerca applicata con servizi di consulenza e di analisi spot per la Regione (direzioni regionali e Consiglio) e gli Enti locali piemontesi utilizzando le metodologie di ricerca più evolute e innovative. Non per nulla alcune delle sintesi interpretative che l’IRES ha recentemente coniato sono diventate altrettante metafore del linguaggio corrente: dai “3 PIEMONTI” al “CAMBIAMENTO SENZA INNOVAZIONE” al “PIEMONTE POLICENTRICO”.

Per saperne di più:

La legge IRES attuale

1958 - 2008. Cinquant’anni di ricerche Ires sul Piemonte