RICERCHE Print

Analisi dei fabbisogni professionali del Piemonte - Anno 2019

2016

Area tematica
  • Istruzione e Lavoro

Attività

La Regione Piemonte ha richiesto all’IRES Piemonte di organizzare una linea di attività volta a monitorare la composizione qualitativa della domanda di lavoro e a valutarne la coerenza con l’offerta di servizi formativi, includendola nel programma di analisi a supporto della realizzazione e valutazione del POR FSE 2014-20.

Interesse conoscitivo analogo è stato formulato dall’Autorità di gestione del PSR, per gli ambiti di propria competenza.

Questa esigenza di ordine generale si incrocia con richieste più particolari provenienti dal settore sanitario, concernenti la determinazione del fabbisogno delle professioni sanitarie.

Obiettivo del progetto

Le domande poste all’analisi dei fabbisogni mirano a comprendere quale sia il grado di corrispondenza tra il sistema di offerta attuale di attività formative e il quadro delle necessità di qualificazione espresso dalle scelte di assunzione e riqualificazione delle imprese.

E’ però ugualmente importante alzare lo sguardo alle tendenze di prospettiva che prefigurano importanti cambiamenti nei sistemi professionali e nei relativi quadri di competenze.

Metodo di lavoro

Il progetto utilizza diversi tipi di fonti di dati: amministrativi, campionari, qualitativi. La linea di ricerca avviata fin dal 2016 è articolata in diversi filoni di studio e consulenza a sostegno della programmazione e della valutazione delle misure relative alla formazione professionale e al più generale sistema delle politiche del lavoro.

Tempistiche: Gennaio 2019 - Dicembre 2019

Prodotti attesi

Nel 2016 il lavoro si è concentrato sugli aspetti normativi e metodologici, sull’esame delle fonti di dati disponibili e sullo svolgimento di prime analisi e attività seminariali.

L’attività è continuata nel 2017 per identificare le specializzazioni produttive a livello territoriale, esaminare le attività formative del canale regionale e i relativi esisti occupazionali e descrivere la dinamica della domanda di lavoro dal punto di vista dei profili/qualifiche e/o a cluster di profili/qualifiche del Sistema regionale degli standard formativi.

Nel 2018 si è data continuità agli strumenti d’analisi costruiti nel 2017, portandone i prodotti al confronto critico con gli stakeholder. Si è poi iniziato ad orientare l’attività di prospezione sulle tendenze evolutive in direzione del futuro prossimo, con particolare riguardo ad alcune delle filiere individuate dalla programmazione regionale come strategiche, mentre si sono esplorate le potenzialità conoscitive di fonti d’informazione non convenzionali (ricerche di personale sul web).

Nel 2019 sono avviati o svolti approfondimenti monografici tematici o settoriali (in particolare, la logistica, l’“economia della terra”, i white jobs). In collaborazione con Unioncamere Piemonte e Unioncamere nazionale si è realizzato un progetto di analisi di prospettiva dei fabbisogni professionali a medio termine (2020-23), articolata per settori, figure professionali, livelli d’istruzione. Il modello econometrico darà i primi risultati a cavallo fra 2019 e 2020.

Nel frattempo, con CCIAA Torino, Collegio Carlo Alberto e ORML si è avviata anche un’indagine sui digital jobs, che a fine 2019 darà luogo ad un primo report sulla provincia di Torino.

Responsabile di progetto
Luciano Abburrà

Gruppo di lavoro

Stefano Aimone, Luisa Donato, Giorgio Vernoni, Mauro Durando per ORML Regione Piemonte e altri collaboratori e partner attivati sulle singole linee di attività.


  Iscriviti alla nostra newsletter:      

Search